Documentario di Oliver Stone svela il ruolo americano nel colpo di stato in Ucraina

L'importante documentario di Oliver Stone, Ukraine on Fire, è finalmente disponibile anche per il pubblico in Occidente. Si può comprare o anche vedere interamente in streaming al seguente link: https://vimeo.com/252426896

 

L'Ucraina, con le sue "terre di confine" tra la Russia e l'Europa "civilizzata" è in fiamme. Per secoli, è stato al centro di un tiro alla fune tra le potenze che cercano di controllare le sue terre ricche e l'accesso della Russia al Mediterraneo. 

 

Il massacro di Maidan all'inizio del 2014 ha innescato una sanguinosa rivolta che ha spodestato il presidente Viktor Yanukovich, spronando gli abitanti della Crimea a separarsi e unirsi alla Russia, scatenando una guerra civile nell'est dell'Ucraina. 

 

La Russia è stata ritratta dai media occidentali come l'autore del reato, ed è stata sanzionata e ampiamente condannata in quanto tale. Ma la Russia era responsabile di quello che è successo? 

 

Ukraine on fire fornisce una prospettiva storica riguardante le profonde divisioni nella regione che hanno portato alla Rivoluzione arancione del 2004, alle insurrezioni del 2014 e al violento rovesciamento di Yanukovich, democraticamente eletto. 

 

Coperta dai media occidentali come una "rivoluzione popolare", fu in realtà un colpo di stato programmato e attuato da gruppi ultranazionalisti con tendenze neo-naziste e dal Dipartimento di Stato americano. 

 

Il giornalista investigativo Robert Parry rivela come le ONG politiche e le società dei media finanziate dagli Stati Uniti sono entrare in azione dagli anni '80, sostituendo la CIA nella promozione dell'agenda geopolitica americana all'estero, soprattutto in Ucraina.

 

Il produttore esecutivo Oliver Stone ha ottenuto un insieme di informazioni senza precedenti relative la storia interna attraverso le interviste in diretta con l'ex presidente Viktor Yanukovych e il ministro degli affari interni Vitaliy Zakharchenko, che spiegano come l'ambasciatore e le fazioni degli Stati Uniti a Washington hanno attivamente pianificato un cambiamento di regime. 

 

E, nel suo primo incontro con il presidente russo Vladimir Putin, Stone chiede a Putin il suo punto di vista riguardo la Crimea, la NATO e la storia delle interferenze americane nelle elezioni e nei cambiamenti della politica nella regione. 

 

Il film è stato originariamente pubblicato nel 2016, ma non sorprende che Stone abbia affrontato vari problemi nel distribuire il film negli Stati Uniti e nei paesi occidentali. Una versione in russo era disponibile quasi immediatamente ed era trasmessa in TV in Russia, ma le persone nel "mondo libero" non avevano accesso al film completo. 

 

Ora, finalmente, la piena visione è disponibile. Anche se, ovviamente, tutti sono invitati ad acquistarne una copia per sostenere l'importante lavoro di Stone.