Il debito estero della Russia è diminuito del 12%, nonostante sanzioni e guerra economica

I settori istituzionali dell'economia russa, così come altre aree hanno contribuito a ridurre il debito estero del paese, che ora ha raggiunto quasi il minimo in 10 anni.

 

La Banca centrale russa ha registrato un calo significativo del livello del debito estero nell'ultimo anno. Nel corso del 2018 si è ridotto di $ 64,4 miliardi pari al 12,4% rispetto alla fine del 2017. L'importo totale del debito estero della Russia è ora di $ 453,7 miliardi, che è il livello più basso in quasi 10 anni.

 

Sia i settori istituzionali che quelli non istituzionali dell'economia russa hanno contribuito al calo riducendo i loro obblighi finanziari esterni, ha osservato la Banca centrale.

 

Il debito estero della Russia è costantemente diminuito dal 2014, quando sono state introdotte le sanzioni occidentali contro le varie entità economiche del paese. Le sanzioni hanno limitato la capacità delle banche russe di ottenere crediti a lungo termine all'estero e hanno portato a uno spostamento delle importazioni russe. Alcuni dei prodotti provenienti dagli stati occidentali sono stati sostituiti da prodotti nazionali o da importazioni da altri paesi che non fanno parte del regime di sanzioni.