La Russia caccia il bombardiere nucleare americano B-52 dai confini russi

Il bombardiere strategico a lungo raggio B-52 Stratofortress
Il bombardiere strategico a lungo raggio B-52 Stratofortress

La Russia afferma di aver inviato due caccia per allontanare un bombardiere a lungo raggio B-52 dell'Aeronautica Militare statunitense in volo vicino alle acque territoriali russe nel Mar Baltico. Il ministero della Difesa russo ha dichiarato che ha smosso due aerei da caccia Sukhoi Su-27 per intercettare l'aereo americano dopo che la rete di difesa aerea della Russia l'ha individuato sulle acque internazionali del Mar Baltico.

 

I jet hanno costretto il B-52 Stratofortress a cambiare rotta e lo hanno scortato quando ha iniziato ad allontanarsi dai confini russi verso la propria base.

La pagina Facebook del Ministero della Difesa russo ha pubblicato un video dell'incidente online, mentre gli Stati Uniti negano che il B-52 sia stato cacciato via.

 

La portavoce dell'aeronautica statunitense in Europa e in Africa Renae Pittman, ha dichiarato che il B-52 stava conducendo operazioni di routine in "libertà di navigazione e sorvolo" nello spazio aereo internazionale e non ha mai cambiato rotta. "Il 20 marzo il B-52 ha avuto un'interazione di routine con un Su-27 russo mentre conduceva operazioni sul Mar Baltico, i piloti utilizzavano transponder e operavano in conformità con il diritto internazionale", ha affermato. "L'aereo russo non ha cacciato il B-52 e quindi è stato in grado di completare la sua missione. Le operazioni e gli impegni con i nostri alleati e partner dimostrano e rafforzano il nostro comune impegno per la sicurezza e la stabilità globali ", ha aggiunto la portavoce.

 

L'incidente è avvenuto poco tempo dopo che il Pentagono ha rimesso in servizio sei bombardieri B-52 in Europa, una mossa che secondo la CNN era destinata a "integrazione del teatro e addestramento al volo" in collaborazione con membri dell'alleanza militare della NATO, e Mosca non è stata contenta della mossa.

 

"Va da sé che tali azioni da parte degli Stati Uniti non rafforzano affatto il clima di sicurezza e stabilità in una regione adiacente alla Russia", ha dichiarato il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov. "Al contrario, tutto ciò non fa altro che generare più tensioni".

Il Cremlino ha ripetutamente registrato ciò che percepisce come una crescente isteria anti-russa e la russofobia in Europa, e chiama l'accumulo militare della NATO alle sue porte, una minaccia alla sua sicurezza nazionale.